Museo Nazionale

#MuseoNazionale - Quinta selezione

  • Andato in onda:31/03/2015
  • Visualizzazioni:

Maddalena penitente fotografata da @vegliana |
La pittura seicentesca eseguita dall’emiliano Guido Cagnacci, oggi è conservata nelle sale della Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini a Roma. Attraverso la sensualità del corpo semi nudo della donna, l’espressione di massimo piacere e lo stato di completo abbandono che ne deriva, l’artista ripropone con grande eleganza e raffinatezza l’estasi, uno dei temi iconografici più comuni dell’arte del Seicento.

____________


La pazza fotografata da @trcucconi@ |
GNAM (Galleria Nazionale di Arte Moderna), olio su tela realizzato nel 1905 da Giacomo Balla, precursore del Futurismo, corrente che fa della luce e del movimento il proprio credo. L’opera in questione, in realtà, appartiene alla fase pre-futurista durante la quale Balla è ancora legato al verismo. In questa opera, infatti, l’artista affronta in modo delicato il tema sociale della pazzia rappresentandolo attraverso il ritratto di Matilde Garbini, sua vicina di casa. Il volto, il corpo e la gestualità della donna ricordano, dunque, la drammatica condizione in cui versa la giovane donna.

____________


Il ratto di Proserpina fotografata da @paolosottili |
Una delle più importante opere del grande maestro Gian Lorenzo Bernini realizzata in marmo di Carrara nel secondo decennnio del ‘600 e custodita nelle preziose sale di Galleria Borghese. Il grande gruppo scultoreo ci restituisce, in un’unica opera, il mito di Proserpina: Plutone, potente dio e re degli Inferi rapisce Proserpina, figlia di Cerere. Grazie all’intercessione di Giove, la madre ottiene il permesso di far tornare per metà dell’anno Proserpina sulla terra, per poi passare l’altra metà nel regno di Plutone. È così che ogni anno in primavera la terra si copre di fiori per accogliere il ritorno della fanciulla. Il suggestivo scorcio ci fa rivivere il momento drammatico del distacco di Proserpina dalla terra. Mentre Plutone l’affera con forza, il suo splendido volto si incupisce e il dolore si apre in un pianto nostalgico che le bagna il volto.

____________


Signorina seduta (donna allo specchio) fotografata da @laurascicolone |
Museo del Novecento, la scultura in bronzo colorato del 1934 realizzata da Lucio Fontana, artista noto più per le sue tele monocrome distinte dai tagli precisi fatti con lame di rasoio, coltelli e seghe. La delicata scultura in oggetto ci concede il corpo giovane e aggraziato di una donna che esprime tutta la sua vanità nel guardare la propria immagine riflessa nello specchietto che ha tra le mani.

____________


Grifoni di Ascoli Satriano fotografati da @marcobiscotti |
Opera scultorea del IV sec. a.C. Ambasciatori di bellezza, storia e cultura, del Mezzogiorno, della Puglia e della Daunia al Padiglione Italia a Expo 2015, al termine del quale l’opera tornerà presso Polo Museale di Santa Maria del Popolo ad Ascoli Satriano.

____________


Arco delle Scalette di Vicenza fotografata da @matteoandry |
La foto ritrae gli splendidi giochi geometrici di una delle opere architettoniche che il Palladio realizzò nella città. Chiesa di Santa Maria Maddalena fotografata da @beatriceburani |
La foto di ritrae la volta dell'edificio progettato da quel Luigi Vanvitelli autore anche della Reggia di Caserta, e realizzato poi da uno dei suoi allievi attorno alla metà 1700. Oggi ha perso la sua funzione religiosa e ha assunto quella di spazio espositivo.

____________


Reggia di Venaria Reale fotografata da @lapeanuts |
Il bellissimo scatto di raffigura la residenza sabauda costruita tra il 1658 e il 1679 su desiderio di Carlo Emanuele II a opera degli architetti Amedeo di Castellamonte e Michelangelo Garove. Rappresenta un importante polo museale italiano e dal 1997 è iscritto ai siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

____________


[an error occurred while processing this directive]

Vuoi rivedere o riascoltare un altro programma?

Guarda altri contenuti di:

Commenti

Riduci
Navigazione alternativa dei video correlati